Ministero per i beni e le attività culturali

  • Opere orfane, un patrimonio artistico e culturale europeo da riconoscere
    Opere orfane
    Un tesoro per tutti
    Esiste un patrimonio artistico e culturale europeo da riconoscere
  • Opere Letterarie, una piacevole riscoperta
    Opere Letterarie
    Una piacevole riscoperta
    Nei libri una storia, nelle storie un'emozione
    Sorprenditi nello scoprire i titoli a tua disposizione
  • Opere Audiovisive. Suoni ed immagini dei nostri tempi
    Opere Audiovisive
    Suoni ed immagini dei nostri tempi
    Tante opportunità a un click da te
  • Opere Cinematografiche. Un passato da scoprire, un'attualità da vedere
    Opere Cinematografiche
    Un passato da scoprire
    Un'attualità da vedere
  • Fonogrammi. Una storia tutta da sentire
    Fonogrammi
    Una storia tutta da sentire

Organizzazioni beneficiarie

Le organizzazioni che possono utilizzare un’opera orfana (beneficiarie) sono le biblioteche, gli istituti di istruzione e i musei accessibili al pubblico; nonché gli archivi, gli istituti per il patrimonio cinematografico o sonoro e le emittenti di servizio pubblico.

La direttiva 2012/28/Ue su taluni utilizzi consentiti di opere orfane, recepita con il decreto legislativo 10 novembre 2014, n. 163, ha introdotto una “eccezione al diritto d’autore”  che si concretizza nella facoltà di riproduzione di opere contenute nelle collezioni delle Organizzazioni beneficiarie ai fini di digitalizzazione, indicizzazione, catalogazione, conservazione o restauro e di messa a disposizione del pubblico.

L’utilizzo è consentito solo per scopi di interesse pubblico e senza trarne profitto.

I ricavi eventualmente generati sono impiegati per coprire i costi per la digitalizzazione e per la messa a disposizione delle opere orfane.

Scopri di più